Chiara, testimonio de una alumna en TANDEM Madrid

Chiara, testimonio de una alumna en TANDEM Madrid

Agosto 2009. Treno AVE Barcelona- Madrid, ecco che da subito il mio viaggio in terra spagnola si colora di note positive.

Il treno ad alta velocità è infatti una delle cose più efficienti in questo paese: comodo, pulito, sicuro, silenzioso, veloce.

Dopo due ore e mezzo arrivo nella stazione di Atocha con il suo giardino tropicale e senza uscire prendo la metropolitana e raggiungo quella che per un mese sarà la mia casa, non lontana dal Palacio Real.

Con i mezzi pubblici è facile spostarsi per la città, così come raggiungere la scuola Tandem, visto che si trova vicinissimo alla famosa Puerta del Sol, luogo di ritrovo dei madrileni. Ogni studente viene inserito in una classe in base al proprio livello di spagnolo ed i compagni sono di tutte le età e provenienze.

Tuttavia lo studio dello spagnolo non si limita ai banchi di scuola, la giornata continua con l’intenso programma culturale organizzato da Tandem per offrire agli studenti la possibilità di partecipare ad attività legate alla cultura, storia e tradizioni spagnole, accompagnati da insegnanti madrelingua qualificati.

Grazie alle spiegazioni di Sonia ho potuto apprezzare maggiormente i quadri di Goya e Velázquez nel Museo del Prado e quelli di Picasso nel Museo Reina Sofía, assaporare un po’ di storia lungo il Paseo de los Borbones e nelle sale del Palacio del Pardo, nonché conoscere i segreti del grande polmone verde di Madrid: il Parque del Retiro!

Per non parlare della tertulia (conversazione) sulla gastronomia spagnola davanti ad un variopinto piatto di paella e ad un rinfrescante bicchiere di sangria in compagnia della simpatica Ana, con la quale abbiamo anche ballato a ritmo di flamenco durante una lezione del tipico baile andaluz!

Con Julio invece siamo andati a caccia di occasioni al Rastro, il famoso e pittoresco mercato delle pulci di Madrid, abbiamo assaporato tapas e tradizioni locali alla Fiesta de la Virgen de la Paloma, brindando con cerveza e tinto de verano, e ci siamo rilassati nelle piscine naturali di Cercedilla, nella sierra di Madrid.

La capitale spagnola offre inoltre un’intensa vita notturna, conosciuta come movida madrileña, ricca di locali alla moda, discoteche e musica dal vivo, un’occasione per conoscere gente e praticare lo spagnolo! I madrileni vengono chiamati gatos proprio perché amano uscire la notte!

Insomma, il bagaglio che porto in Italia è fatto di esperienze indimenticabili, nuovi amici e una passione ancora più forte per la lingua e la cultura spagnole!

¡Hasta luego y que te lo pases bien en Madrid!
Chiara

Share / Compartir

flipboard

WhatsApp chat